Mostra « Il Divisionismo: la rivoluzione della luce »

25 ottobre 2020 - NOVARA e la Mostra « Il Divisionismo: la rivoluzione della luce »

Scheda e Condizioni generali di viaggio

Programma di Viaggio

Ore 8.00 Ritrovo dei Sigg. Partecipanti in C.so Bolzano.Sistemazione in autopullman privato e partenza per Novara.

Arrivo a Novara al Castello Visconteo Sforzesco di Novara.

Questo castello utilizzato in passato come prigione è stato negli ultimi anni restaurato ed è diventato un interessante polo per Mostre e attività culturali.

 

Visita con audio guida.  Al raggiungimento di n. 20 partecipanti la visita sarà accompagnata da guida esperta.

La grande mostra Divisionismo La rivoluzione della luceha l’ambizione di essere la più importante mostra dedicata al Divisionismo realizzata negli ultimi anni.

Il Divisionismo nasce a Milano e si sviluppa nel Nord d’Italia, grazie soprattutto al sostegno di Vittore Grubicy de Dragon, mercante d’arte, critico, pubblicista e a sua volta pittore, che con il fratello Alberto gestisce a partire del 1876 una galleria d’arte a Milano. E’ Vittore a diffondere tra i pittori della sua scuderia il principio della sostituzione della miscela chimica dei colori tradizionalmente ottenuta sulla tavolozza, con un approccio diretto all’accostamento dei toni complementari sulla tela. Da dato chimico, il colore diventa fenomeno ottico e alla dovuta distanza l’occhio dello spettatore può ricomporre le pennellate staccate in una sintesi tonale, percependo una maggior luminosità nel dipinto. La pennellata divisa è destinata a diventare strumento privilegiato nella traduzione di una poetica della natura o di una messa a fuoco delle tematiche sociali. 

Ordinata in otto sezioni tematiche, l’esposizione consta di settanta opere tutte di grande qualità e bellezza, provenienti da importanti musei e istituzioni pubbliche e da collezioni private. 

 

Al termine tempo a disposizione per il pranzo  libero.

Nel pomeriggio passeggiata nella città. 

Novara è la seconda per grandezza tra i capoluoghi piemontesi. La grande espansione della città  si è avuta grazie alla sua posizione ben collegata con le grandi vie di comunicazione a metà strada circa tra Torino e Milano. L’edificio più imponente è  la Cattedrale di Santa Maria Assunta che vanta  dimensioni considerevoli, nonostante sia in effetti una struttura incompiuta. C’è poi la Basilica San Gaudenzio imponente edificio di culto cattolico divenuto simbolo della città di Novara grazie alla maestosa Cupola dell’Antonelli che si innalza per un’altezza di 121 metri. Interessante il Chiostro della Canonica, un luogo suggestivo che si trova dietro il palazzo vescovile, la Chiesa di San Marcoricca  di elementi decorativi,  e la Chiesa di Ognissanti, un’antica costruzione romanica rintracciabile in  documenti di poco successivi al 1100.

Sono molto interessanti anche i palazzi che sono un po’ camuffati tra le vie del centro. ll più fastoso,è Palazzo Tornielli Bellini, attuale sede della Banca Popolare di Novara.

Lungo la passeggiata vale la pena fare una visita al Biscottificio Camporelli, famoso per i biscotti novaresi.

Originati da una ricetta che arriva dal medioevo, preparati con semplici ingredienti dalle mani delle monache carmelitane del convento che qui si trovava, i biscotti erano utilizzati come alimento e probabilmente in passato erano meno dolci della versione attuale. In epoca più moderna, accortosi del grande potere nutritivo che i biscotti potevano fornire (gli ingredienti sono farina, uovo e zucchero), un farmacista ne avviò la produzione per venderli come ricostituente per i malati e i degenti in fase post operatoria, ecco si scopre che i biscotti novaresi sono anche buoni per la salute ed è così che negli anni, la famiglia Camporelli, ha tramandato quelli che vengono definiti gli antenati dei savoiardi.

Ore 17,00 partenza per il rientro a Torino.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 67,00
Quota di partecipazione per i possessori di Carta Musei € 57,00

La quota comprende:

  • Viaggio A/R in autopullman privato;
  • Ingresso e visita alla Mostra con audio guida. Al raggiungimento di 20 partecipanti la visita sarà tenuta da guida esperta;
  • Accompagnatore dell’Agenzia per tutta la durata del viaggio;
  • Assicurazione Medico NoStop.

La quota non comprende:

  • Pranzo, bevande, ingressi non indicati,  extra e tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”.

Modalità di pagamento

Per la prenotazione è richiesto il pagamento dell’intero importo

Torna indietro

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei visitatori. Leggi tutto...